Domande scomode per il giornalista del 2009

10 things on line editors can do to save their jobs è un interessante articolo pubblicato qualche tempo da da David Sanchez sul suo blog Journalistopia. Rivolgendosi ai direttori delle testate on line, Sanchez dà una serie di raccomandazioni che calzano a pennello anche ai giornalisti, persone che di questo mondo digitale dovrebbero sapere tutto. Sanchez dice:

“È il momento di farsi una serie di domande.
– So registrare un dominio in internet, creare un piccolo sito web (come un blog) e postare contenuti tutto da solo?
– Ho imparato a usare un nuovo strumento digitale che non conoscevo prima negli ultimi quattro mesi?
– Ho preso lezioni, frequentato un workshop o cercato qualche altra opportunità educativa legata al mondo dei media online nell’ultimo anno?
– Ho creato o partecipato a creare un contenuto digitale originale negli ultimi sei mesi degno di essere pubblicato sul mio curriculum di giornalista?
– Se già lavoro in o con un sito internet, ho studiato il profilo dei nostri lettori? Ho capito da dove e come i visitatori arrivano al nostro sito? Conosco i siti dai quali i nostri lettori arrivano? So quali dei nostri contenuti attirano i lettori sul nostro sito? So che tipo di lettori sono di maggiore valore per i nostri investitori pubblicitari?
Se la risposta a qualcuna di queste domande è “no”, è ora di rimboccarsi le maniche e iniziare a lavorare su voi stessi prima che sia troppo tardi. Molti altri giornalisti sono molto più avanti di voi (…).

Ecco dieci cose che potete provare a fare nei prossimi sei mesi per darvi una decisa aggiornata.
– Dedicate tempo a siti di social networking come Facebook, Twitter, Digg. Create un profilo e diventate un frequente utilizzatore di siti raccoglitori di notizie, i cosiddetti social bookmarking sites, come Technorati, Yahoo Buzz, StumbleUpon.
– Dedicatevi a capire come funzionano i motori di ricerca e come si possono utilizzare a proprio vantaggio per promuovere il proprio sito.
– Create il visto sito web dedicandolo a un argomento che vi appassiona. SArà un’esperienza ancora più utile se comprerete un dominio e lo costruirete dal nulla. Potete installare il vostro sistema di gestione, come il gratuito WordPresso o Joomla, usando i comodi strumenti che, per esempio, GoDaddy e Dreamhost (in Italia, per esempio Aruba) offrono. Il sito può essere un blog, un forum o altro. E potreste cerca di imparare almeno i rudimenti del linguaggio Html.
– Spendete qualche giorno a esplorare nel dettaglio i contatori del vostro sito. Dovreste in breve capire dove i vostri visitatori cliccano più spesso. Trovate la lista dei siti che vi citano. Guardate le parole chiave che i visitatori hanno usato per trovare il vostro sito sui motori di ricerca.
– Rinfrescate le vostre abilità frequentando qualche corso di media online. Troverete splendidi corsi (anche gratis, o a buon prezzo) su tutto, da Photoshop alla programmazione, gestiti dal comune, dalle università, dalle biblioteche. Le tecniche cambiano così rapidamente che questi corsi sono essenziali.
– (…)
– Seguite qualche blog che vi interessa, e studiate le sue abitudini. Considerate la possibilità di seguire qualche blog i giornalismo on line che tenga conto degli avvenimenti nel mondo dell’editoria.
È un momento tumultuoso nella nostra professione, e poche cose rimangono sicure. Si può comunque scommettere su un fatto: migliorare le vostre capacità su Internet migliorerà anche le probabilità che possiate conservare il posto, o anche trovarne uno migliore”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...